The day the music died

The day the music died

LEaMON marketing > Blog > News > The day the music died

Lungi da me paragonare la giornata di oggi al tragico evento che colpì Buddy Holly, The Big Bopper e Ritchie Valens quella maledetta notte del 3 febbraio 1959: quel giorno la musica morì davvero. E se non sai di cosa sto parlando VERGONATI (e leggi questo link immediatamente).

Oggi una parte dei sogni di tutte le persone che sognavano un mondo oltre Facebook dove regnavano l’amicizia e l’arcobaleno sorrideva in cielo è passata a miglior vita. Alle 16.05 di mercoledì 20 marzo è arrivata al nostro indirizzo di posta elettronica la seguente comunicazione:

Hai ricevuto questa email poiché hai contenuti in Google+ relativi al tuo account per uso personale (consumer) o a una pagina Google+ che gestisci.

Questo messaggio è un promemoria per ricordarti che il 2 aprile 2019 la versione consumer di Google+ verrà disattivata e inizieremo a eliminare i contenuti presenti negli account consumer di Google+. Anche le foto e i video di Google+ nel tuo archivio album e nelle tue pagine Google+ verranno eliminati.

Il download dei tuoi contenuti Google+ potrebbe richiedere del tempo, quindi inizia prima del 31 marzo 2019.

Nessun altro prodotto Google (come Gmail, Google Foto, Google Drive, YouTube) verrà disattivato come parte della chiusura della versione consumer di Google+ e l’Account Google che utilizzi per accedere a tali servizi resterà attivo. Tieni presente che le foto e i video di cui hai già effettuato il backup in Google Foto non verranno eliminati.

Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata alle Domande frequenti sulla disattivazione di Google+.

Da tutti noi del team di Google+, un grazie di cuore per aver reso Google+ un luogo davvero speciale.

In pratica hanno spento la musica, il DJ ha messo via i vinili, qualcuno ha acceso le luci e cacciato le coppiette che limonavano sui divanetti: la festa è finita, è ora di tornare tutti a casa. Google Plus ha definitivamente chiuso i battenti.

Una prece.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *